ARMUNIA

alberello armunia
Armunia nasce nel giugno del 1996 come associazione tra alcuni comuni della Provincia di Livorno e della Provincia di Pisa.

La sede è il Castello Pasquini di Castiglioncello (Livorno). Il suo scopo è stato inizialmente quello di organizzare e gestire spettacoli e eventi culturali sul territorio.
La storia di Castiglioncello e del Castello Pasquini, come luogo di ospitalità di artisti e di produzioni culturali, imponeva ad Armunia il rispetto di una tradizione colta e insieme popolare: rispettare i “luoghi”, le loro identità e al tempo stesso aprirsi al nuovo, alla contemporaneità.
Da queste considerazioni è nata l’idea del Castello come dimora creativa per gli artisti. Un luogo di ricerca, di produzione, di condivisione di linguaggi, progetti, idee, per registi, attori, coreografi, scenografi, artisti di altri campi. Oggi Armunia è più che mai, un progetto in continua espansione.

Le attività che caratterizzano il suo percorso sono le residenze, le prove aperte, i laboratori per i bambini e per i genitori, gli incontri nelle biblioteche, le veglie e la stagione fino a giungere a Inequilibrio, festival della nuova scena tra teatro e danza e a Contrappunti, rassegna estiva di spettacoli.

Seguendo questo tracciato che ha avuto inizio nel 1996, Armunia continua a lavorare consapevole che per articolare una programmazione ampia e diversificata è necessario dare spazio al pensiero. Un pensiero che è frutto del vissuto e delle esperienze pregresse senza le quali non esisterebbe quanto di prezioso e delicato ha costruito fino ad oggi, mattone dopo mattone: una dimora per artisti e uno spazio di scoperta per l’intera cittadinanza.

Imprescindibile da qualsiasi riflessione è la valorizzazione di quella che è la struttura portante del progetto Armunia: le Residenze, ambito di ricerca rivolta alla creazione artistica. Il modo in cui queste vengono declinate da sempre, cambia e si evolve in base alle necessità e ai bisogni che emergono nell’ascolto delle persone e degli artisti stessi.

Fondamentale per Armunia è il rapporto di collaborazione con scuole finalizzato non tanto alla ricerca immediata di un potenziale pubblico, ma, prevalentemente, alla necessità di radicare l’uso del linguaggio teatrale nella prassi quotidiana, dare enfasi alle numerose iniziative prodotte dalla fantasia autoctona e confrontarle, mescolandole, con la poetica degli interlocutori. Con le scuole si sono creati, attraverso il teatro, fili invisibili per raccordare generazioni, condividendo proposte rispetto ad alcuni bisogni formativi ed educativi.